Realizzazione di un e-commerce web site

A partire dalla grande crisi del 2008 i mercati hanno subito un cambiamento radicale. Sempre più le ottimizzazioni tecnologiche sono entrate a far parte dei processi di acquisto del cliente finale. La tendenza da parte dei produttori, quindi, è di raggiungere i clienti direttamente e di abbattere il prezzo del proprio prodotto senza la necessità di avere costi aggiuntivi dovuti alle intermediazioni commerciali. La quantità di informazioni di facile accesso sul web permette a chiunque di poter essere informato su un prodotto da acquistare, di confrontarlo tra i vari competitor e di conoscerne le reali caratteristiche. In sostanza si ha accesso a tutta la gamma esistente sul mercato. Le attività tradizionali di vendita al dettaglio si sono trovate di fronte ad un problema molto serio di competitività: rimanere ancorati ad un mercato in regressione o affrontare la crisi innovando e crescendo. Chi ha capito in tempo questo processo è riuscito a resistere e continua a crescere, chi invece si rivolge ancora alla clientela tradizionale del proprio quartiere invece di guardare al pubblico più ampio del web è in sofferenza.

Secondo alcuni studi gli italiani che hanno acquistato almeno una volta online, nell’ultimo anno, sono oltre 30 milioni e quasi sempre il web ha influenzato il loro acquisto anche in un negozio tradizionale.

Realizzare un sito e-commerce per un commerciante o un artigiano quindi apre nuove possibilità e offre diversi vantaggi

1. Costi di un sito e-commerce
Il sito e-commerce non necessita di un negozio reale, quindi non comporta spese di manutenzione, utenze, ristrutturazioni. Per realizzarlo ci si può affidare a un marketplace già costituito tipo amazon, ebay, aliexpress, alibaba o realizzarne uno proprio.
Il vantaggio che si ha è che il prodotto sarà veicolato in un canale con un parco clienti già esistente e numeroso ma si avrà lo svantaggio di aver dei competitor diretti e soprattutto di riconoscere ai gestori del marketplace un canone mensile più una percentuale sul prezzo di acquisto per ogni transazione di vendita. Diventerà quindi piuttosto oneroso resistere su queste piattaforme a meno di non avere dei prodotti con un altissimo valore aggiunto.
Ancor più vantaggi invece si avranno se si costruisce un sito e-commerce proprio, dove non si dovranno pagare spese o canoni perché non si avranno intermediari ma si dovrà solo avviare un programma di comunicazione che includa anche delle strategie di SEO e di SEM. Si rafforzerà così la propria immagine e non quella di terze parti.

2. Un e-commerce è aperto H24 in tutto il mondo
Un sito web e-commerce ha il vantaggio di rimanere aperto h24 e se realizzato in più lingue sarà visitato durante tutte le 24 ore da un pubblico eterogeneo dalla Cina all’America passando per l’Europa.

3. L’e-commerce consente una gestione snella
Il sito e-commerce è generalmente dotato di strumenti importanti che consentono l’analisi delle vendite, la verifica dei prodotti più venduti, quelli a più alta marginalità, e consente di gestire al meglio le giacenze di magazzino riducendo al minimo i costi di magazzino aziendali.

Nello sviluppo della piattaforma è importante avere al proprio fianco un’azienda solida, sul mercato da anni che non solo realizzi la piattaforma ma che vi affianchi nello sviluppo costante e che realizzi un buon piano di comunicazione.