Web TV in Diretta e on Demand

Affermare il brand su internet


Il Web può giocare un ruolo rilevante e conveniente, parallelamente alla televisione, alla stampa e ad altre forme tradizionali di advertising, per costruire la popolarità di un brand.
Ricerche svolte da Millward Brown Interactive e altri dimostrano che persino i classici banner pubblicitari possono rafforzare in modo significativo e misurabile il brand degli inserzionisti e risultano persino vincenti se comparati alla pubblicità televisiva in studi sperimentali di memorizzazione del brand.
Considerando questo genere di dati statistici, l'audience online è un segmento di mercato assai più allettante degli spettatori TV, che negli USA rappresentano il 95% della popolazione. Sul Web, gli specialisti di marketing possono agevolmente calibrare le loro azioni su target precisi e ben definiti, sulla base di qualsiasi criterio o fattore di interesse. Se a ciò si aggiunge la disponibilità di tecniche per un ulteriore filtraggio del target (come il collaborative filtering e le reti neurali, di cui si parla nei prossimi capitoli), è innegabile che il marketing online abbia potenzialità formidabili.

Un abile uomo di marketing sa di poter contare su due tipi di risultati: tanto quelli del direct marketing quanto quelli più generali riguardanti il branding. Nel caso dei banner pubblicitari, ad esempio, lo scopo primario è il clickthrough, cioè il fatto che i visitatori clicchino sul banner e visitino il sito dell'inserzionista: il 99,5% dei naviganti potrebbe anche non cliccare sul banner, ma in ogni caso la semplice visione del banner contribuisce a consolidare chiaramente l’immagine del brand.
Misurare il valore della pubblicità online in termini di customer acquisition può essere più complicato di quanto sembra. Il ricorso ad abili pubblicitari può portare a un tasso di clickthrough più alto della media, ma i clickthrough di per sé non significano molto, se non sono correlati a chiari obiettivi.
Chi ha cliccato sul banner, caso per caso? Un potenziale cliente o solo un adolescente casualmente attirato dal messaggio? Dopo aver cliccato sul banner e aver raggiunto il sito, quanto vi si è addentrato il visitatore, quanti livelli ne ha esplorato? La visita occasionale si è tradotta in una vendita, o almeno in un altro concreto obiettivo di marketing?


Realizzazione siti webGrafica e impaginazioneRealizzazione App e gestionaliServizi audio video per eventiStampa DigitaleStampa Tipografica